immagine

Attività svolta

Desidero ricevere una copia cartacea
Informativa sulla privacy
Iscrizione alla newsletter

Professione

La cura dei pet vince sulla la pratica rurale

Le scelte dei medici veterinari riflettono la preferenza per un lavoro o uno stile di vita orientati a lavorare con gli animali da compagnia, in realtà di più grandi dimensioni, all’interno di centri urbani. L’evidenza di una conseguente crescente carenza di professionisti nelle aree rurali e remote preoccupa anche la Fve.

L’esodo rurale in Europa ha radici ben lontane. Fu infatti a seguito della rivoluzione industriale che iniziò a verificarsi un abbandono rurale diffuso, destinato a perdurare, che non interessò solo le regioni europee periferiche e più povere. All’inizio del 1800 la popolazione che viveva nelle città era all’incirca il 10% di quella complessiva, mentre oggi si parla più o meno della metà. Il fenomeno dell’esodo rurale porta con sé dei cambiamenti strutturali profondi che non riguardano solo la riduzione degli agricoltori, ma si accompagna alla perdita di tutta una serie di categorie...

 

...Il fenomeno dell’urbanesimo non ha risparmiato la categoria dei medici veterinari e l’evidenza di una crescente carenza di professionisti nelle aree rurali e remote dell’Europa ha spinto la Fve (Federation of veterinarians of Europe) ad analizzare questo problema, raccogliendo i dati attraverso le autorità competenti dei vari Paesi. Hanno risposto a questo appello 28 nazioni europee (vedere figura 1). Il rapporto che ne è conseguito – che si riferisce alla carenza di medici veterinari non solo nelle aree rurali, ma anche nelle aree remote, vale a dire quelle località difficili da raggiungere e lontano dai centri urbani – evidenzia che il 78,55% ...

 

TORNA INDIETRO