immagine

Attività svolta

Desidero ricevere una copia cartacea
Informativa sulla privacy
Iscrizione alla newsletter

Medicina veterinaria forense

Una formazione necessaria

In ogni atto criminoso o sospettato tale che vede coinvolto un animale, la raccolta delle prove finalizzate al chiarimento del caso è compito del medico veterinario che spesso, però, esprime riluttanza preoccupato di non avere una preparazione adeguata.

Durante la pratica della libera professione, il medico veterinario si può trovare in presenza di un animale che potrebbe essere autore di un’aggressione (anche per legittima difesa), vittima o testimone di violenze che si perpetuano, ad esempio, all’interno di una famiglia in cui sono commessi altri tipi di abuso. Oppure, potrebbe accadere che le sue competenze siano richieste dagli agenti di Polizia giudiziaria, in riferimento a un animale trovato sulla scena di un reato. In questi casi, il ruolo del professionista va oltre la cura in senso stretto e acquista una dimensione tecnica, giuridica, psicologica e di sanità pubblica per la quale deve essere preparato. I docenti di anatomia patologica sarebbero ben contenti di poter offrire, a tutti gli studenti di medicina veterinaria una formazione in medicina forense, ma per ora, oltre a una formazione specifica post lauream, l’alternativa è data dalla...

TORNA INDIETRO
Abbonati per accedere

 

 

PURINA®: L’IMPEGNO PER LA TRASPARENZA