immagine

Attività svolta

Desidero ricevere una copia cartacea
Informativa sulla privacy
Iscrizione alla newsletter

PURINA®: L’IMPEGNO PER LA TRASPARENZA

 

 

Purina® si è impegnata a ottimizzare l’accessibilità delle informazioni riportando con chiarezza sulle confezioni informazioni sul prodotto e consigli nutrizionali.

 

Anche sui social e sulle piattaforme online di Purina® ci sono stati enormi progressi: coloro che già possiedono un pet o vorrebbero adottarlo possono trovare informazioni che vanno oltre quelle che si possono trovare sull’etichetta.

 

Grazie a questi nuovi strumenti, Purina® ha dato risposta a più di 220.000 domande da parte dei consumatori riguardo consigli sul petcare, sulla nutrizione e informazioni sui prodotti: “Stiamo continuando a promuovere la trasparenza su tutti i nostri prodotti, e allo stesso tempo stiamo misurando la soddisfazione dei consumatori in Europa e in Russia. Il nostro obiettivo è quello di migliorare il nostro servizio e capire come trasmettere al meglio informazioni e consigli”.

 

Sulla base di questa necessità, Purina® ha creato sul proprio sito la sezione I Tuoi Perché Contanoper aiutare a fornire risposte alle domande più comuni.


Purina®, le informazioni nutrizionali e i consigli sulla nutrizione

 

Studi effettuati da Purina® sui fattori di rilevanza hanno evidenziato che oggi i consumatori esaminano con occhio molto attento marchi e prodotti. Vogliono sapere tutto sugli ingredienti utilizzati, più informazioni hanno, meglio è: “Siamo consapevoli che le informazioni sui prodotti, anche se disponibili in quantità, non sono sempre di facile comprensione per i proprietari. Per noi di Purina®, le informazioni nutrizionali dovrebbero essere facilmente accessibili e comprensibili per chiunque”.

 

È importante dare ai consumatori i mezzi per fare scelte consapevoli e per questo Purina® si impegna per fornire informazioni e consigli quanto più possibile completi e trasparenti, collaborando con esperti in nutrizione animale, enti pubblici e organismi settoriali per rendere disponibili informazioni da fonti ufficiali e, ove opportuno, indipendenti, affinché i consumatori abbiano in mano tutti gli elementi necessari per decidere autonomamente

 

La trasparenza vive dell’ascolto

 

Chi ama i pet non può fare a meno di porsi delle domande, non solo sul loro benessere e sul modo di nutrirli, ma anche su temi come l’etica e la sostenibilità dei prodotti che costituiscono la loro alimentazione.

 

Così Purina® ha ascoltato e ha iniziato a raccogliere le domande e i dubbi dei pet owner, dando le prime risposte, in modo trasparente. Ecco una selezione di domande a cui è stata data risposta.


D: Quali ingredienti contengono gli alimenti Purina®?

Sull’etichetta sono elencati tutti gli ingredienti contenuti nei prodotti. Sostanzialmente, in un campione Purina® completo ed equilibrato si trovano cinque famiglie di ingredienti, combinati tra loro nelle giuste proporzioni.

 

• Ingredienti di origine animale. Indicati sulle etichette come “carne e derivati” oppure “pesce e sottoprodotti dei pesci”, sono parti di animali prodotte grazie al controllo veterinario e dichiarate idonee al consumo umano, ma non destinate a quella sezione di mercato per diversi motivi come, ad esempio, un’insufficiente domanda da parte dei consumatori o altre necessità di tipo commerciale. In questo gruppo rientrano anche l’olio di pesce; le uova e prodotti a base di uova; il latte e i derivati del latte.

• Ingredienti di origine vegetale: verdure, legumi e cereali.

• Minerali e additivi. Possiamo ricavare la quantità di minerali presente in un alimento dalla quantità di “ceneri grezze” riportata in etichetta, obbligatorio in virtù della normativa europea.

 

Gli additivi, che possono essere:

- nutrizionali: comprendono vitamine e aminoacidi, ma anche oligoelementi, come il solfato ferroso monoidrato (fonte di ferro) o lo iodato di calcio anidro (fonte di iodio);

- tecnologici: comprendono, tra gli altri, antiossidanti, conservanti e stabilizzanti, che contribuiscono a mantenere il cibo intatto, gustoso e sicuro da consumare nel tempo;

- organolettici: come gli aromatizzanti, aggiunti per conferire al prodotto il sapore, il colore e la consistenza desiderati.

 

In linea con lo stesso principio applicato agli alimenti destinati al consumo umano, tutti gli additivi presenti nei cibi per animali da compagnia sono sicuri, autorizzati e regolamentati dalla legislazione UE.

 

D: Le etichette dei vostri prodotti dicono la verità?

L’attuale legislazione Europea richiede che tutti gli aspetti relativi al processo di produzione e al contenuto del petfood siano mostrati in modo chiaro sulle confezioni. Si tratta di molte informazioni, che la normativa richiede di mostrare in un certo modo. Ciò che dichiariamo sulle etichette dei nostri alimenti per animali da compagnia corrisponde a quanto contenuto nel prodotto.

 

Con questo intendiamo aumentare la sensibilità alla trasparenza nel nostro settore e portare sempre più proprietari di pet ad avere fiducia negli alimenti industriali, che possono contribuire al benessere degli animali da compagnia. 

 

D: Che cosa sono i sottoprodotti e i derivati animali usati nel petfood? È vero che si tratta di avanzi o scarti di cattiva qualità?

I sottoprodotti, o derivati animali, non sono avanzi o scarti: sono ingredienti derivanti da animali dichiarati idonei al consumo umano, che però non sono destinati alle nostre tavole per diversi motivi (presentazione o aspetto, tipo di materia prima, scarsa domanda da parte dei consumatori e così via).

 

Costituiscono tuttavia materie prime ad alto valore nutrizionale. I nostri prodotti sono fatti con carni e derivati, che possono comprendere polmoni, reni e fegato ma NON parti di animali infetti o morti per malattia, come di fatto impone giustamente la legge in materia.

 

I sottoprodotti utilizzati da Purina® sono espressamente selezionati per il loro apporto nutritivo e apportano all’organismo numerose sostanze nutritive, come aminoacidi essenziali, vitamine, minerali e grassi; e possono apportare al pet più nutrienti delle carni che troviamo in genere sulle nostre tavole. Ad esempio, la quantità di vitamina B2 (riboflavina) contenuta nei reni e nel fegato può superare anche di dieci volte quella presente nelle carni magre.

Purina® impiega esclusivamente derivati animali di qualità e si attiene scrupolosamente alle linee guida della FEDIAF (European Pet Food Industry Federation) e alle disposizioni normative dell’Unione Europea. 

 

D: Quanti e quali controlli svolgete nei vostri laboratori?

Nel laboratorio di Portogruaro, dove produciamo le nostre crocchette, vengono svolte ogni giorno diverse analisi per assicurare la conformità delle materie prime, dei materiali di processo e del prodotto finito. Il processo di controllo e analisi viene chiamato Daily Panel ed è ripetuto quotidianamente.

 

Sulla base di standard predefiniti dall’azienda il prodotto finito viene valutato secondo una serie di parametri fisici e sensoriali. In particolare, vengono verificate misura, densità, dimensioni e l’eventuale presenza di prodotti frammentati o agglomerati, colore, aroma e la possibilità di una cross contamination, come la presenza di crocchette di produzioni precedenti. Per fare ciò vengono utilizzati sia strumenti fisici di misurazione che mezzi sensoriali, come vista e olfatto: gli addetti del reparto Assicurazione Qualità hanno ricevuto un training specifico in questo senso, rinnovato ogni anno.

 

A fine giornata, una volta compiute le analisi, si procede a liberare la produzione del giorno prima per distribuirla sul mercato. I controlli sul prodotto finito sono solo una parte degli oltre 1.400 controlli eseguiti quotidianamente durante l’intero processo.

 

Eseguiamo circa 300 test ogni giorno sulle materie prime e i nostri materiali di imballaggio che entrano nei nostri stabilimenti di produzione, ed eseguiamo altri 1.100 controlli durante il processo di produzione e con i prodotti finiti.


D: Potete garantire la tracciabilità delle materie prime utilizzate?

Le nostre procedure di qualità garantiscono che ci approvvigioniamo solo da fornitori che impiegano sistemi di tracciabilità efficaci per consentire il completo tracciamento di uno specifico lotto di un ingrediente lungo l’intera catena di approvvigionamento fino a determinarne l’origine, per quanto possibile, nel minor lasso di tempo.

 

Tracciabilità significa anche mappare la nostra catena di approvvigionamento per sapere da dove provengono le nostre materie prime, risalendo fino all’azienda agricola, alla piantagione, al luogo di pesca o altri luoghi di origine. Ci impegniamo per raggiungere la trasparenza e la tracciabilità all’interno della nostra attività ma, poiché nei nostri prodotti utilizziamo molte materie prime diverse, la possibilità di risalire all’origine varia a seconda dell’ingrediente.

 

In Purina® valorizziamo i sottoprodotti di origine animale (carne e derivati di origine animale) utilizzandoli nei nostri prodotti. La loro selezione efficace e tempestiva da parte dei nostri fornitori è molto complessa e coinvolge una moltitudine di soggetti a monte, il che comporta molteplici criticità nella ricerca della trasparenza in materia di tracciabilità. Nonostante tutto, oltre il 95% della carne e dei derivati di origine animale che utilizziamo è riconducibile al Paese d’origine e il 65% al macello. Attualmente ci stiamo impegnando in modo attivo per aumentare queste percentuali. Circa il 99% dei sottoprodotti di origine animale sono acquistati localmente da fonti europee.

 

Per ragioni di stagionalità, disponibilità e qualità, il restante 1% proviene da fornitori autorizzati situati al di fuori dell’Europa. L’84% del pesce e dei prodotti ittici di Purina® EMENA (Europe, Middle East and North Africa) è tracciabile (i sottoprodotti sono gestiti in modo trasparente per Paese o luogo di pesca d’origine).

 

Oltre a essere vantaggioso dal punto di vista nutrizionale, l’uso dei sottoprodotti ittici è una pratica responsabile dal punto di vista ambientale e sociale in quanto utilizza tutte le fonti proteiche del pesce. Il nostro pesce e i nostri prodotti ittici hanno provenienza molto varia. Tra le varie fonti figurano sia la pesca in mare nell’Atlantico, nel Pacifico e nell’Oceano Indiano, nel Mediterraneo e nel Mar Nero, sia gli allevamenti di acquacoltura in Austria, Brasile, Cile, Danimarca, Isole Faroe, Francia, Indonesia, Irlanda, Italia, Giappone, Corea, Norvegia, Polonia, Taiwan, Tailandia, Regno Unito e Stati Uniti.

 

Il 100% della soia utilizzata da Purina® EMENA è già rintracciabile e il nostro partner Proforest effettua valutazioni in loco sulla base dei requisiti stabiliti dal nostro Standard di approvvigionamento responsabileProforest fornisce anche assistenza tecnica e consulenza ai nostri fornitori per aiutarli a migliorare le loro fonti di approvvigionamento.

 

Per quanto riguarda cereali e granaglie, puntiamo a reperirli il più vicino possibile ai nostri stabilimenti per sostenere gli agricoltori locali, ridurre al minimo l’impatto ambientale e i costi

TORNA INDIETRO