We-Vet


Vetoquinol Profender e Drontal

immagine

Attività svolta

Desidero ricevere una copia cartacea
Informativa sulla privacy
Iscrizione alla newsletter
DOSSIER  

Utilizzare gli studi epidemiologici per migliorare il processo decisionale in Medicina Veterinaria

I dati epidemiologici permettono di relativizzare le osservazioni fatte nella pratica; sono un aiuto prezioso per prendere una decisione in quanto a diagnosi e scelta terapeutica, e per attivare un’eventuale politica di prevenzione.

ATTUALITA'  

Epidemia

Coronavirus e animali da compagnia: niente psicosi

Le organizzazioni veterinarie mondiali e nazionali si mobilitano per rassicurare i proprietari di animali da compagnia sull’epidemia da COVID-19. 

Incontro della Clinica San Marco di Veggiano

Come premeditare la premedicazione

La scelta dei farmaci da utilizzare nella fase di premedicazione influisce su tutte le successive fasi della procedura anestetica e dovrà essere appositamente ponderata sulla base delle caratteristiche del paziente, la procedura da svolgere, lo strumentario a disposizione, la conoscenza e familiarità con tali farmaci, il numero di persone a supporto.

DALLE ASSOCIAZIONI - Simevep  

Malattie emergenti

Nuove zoonosi virali, fenomeni prevedibili

DALLE ASSOCIAZIONI - Sivelp  

Effetti della pandemia sulle nostre abitudini

Coronavirus, produzioni e globalizzazione

FILIERE letti per voi  

Importanza del carotene nella riproduzione

La lunghezza della paglia distribuita alle vacche in asciutta influenza la loro salute

Impatto della fascioliasi sulla produzione e sulla salute delle vacche da latte

Una piccola alterazione dei ritmi circadiani nel pre-partum aumenta la resa del latte nella successiva lattazione

FILIERE  

Malattie virali del suino

Passi avanti nella ricerca per un vaccino contro la PSA

Due equipe di ricercatori, una negli USA e una in Cina, hanno messo a punto due virus vaccinali deleti contro la PSA, che appaiono promettenti per la messa a punto di vaccini in grado di fronteggiare efficacemente la malattia. Ulteriori studi sono però necessari per un’effettiva possibilità di impiego sul campo di questi presidi.

Rapporto EFSA-ECDC

Segnali di miglioramento sul fronte delle resistenze batteriche negli animali da reddito

Broiler

Gli allevatori che usano troppi antibiotici ne sopravvalutano la reale utilità

FORMAZIONE CONTINUA Lo sportello del comportamentalista  a cura di Irene Cassi

Variazioni dell’ambiente di vita interno ed esterno

L’ansia e i disturbi ossessivi nel cane

L’ansia e i disturbi ossessivi compulsivi non si riscontrano solamente nell’uomo, ma anche negli animali e richiedono l’intervento repentino del medico veterinario comportamentalista. Il pet ansioso vive uno stato di malessere psico-fisico che avrà notevoli ripercussioni sul suo stato di salute.

LEGGI TUTTO
FORMAZIONE CONTINUA La pulce e l'elefante  A cura di Grunin

Ectoparassiti vettori di patogeni

Spazio alla pulce

Se esistesse l’identikit dell’ectoparassita DOC, avrebbe gran parte delle caratteristiche possedute dalle pulci: comportamento ematofago obbligato di entrambi i sessi, mobilità proverbiale e capacità di persistere nell’ambiente.

FORMAZIONE CONTINUA - animali da compagnia  

Articolazioni

Le specificità delle poliartriti nel gatto

Le poliartriti sono infiammazioni di più articolazioni, comuni nei cani. Nei gatti sono più rare, ma probabilemnte sottodiagnosticate per via della loro sintomatologia più vaga.

GESTIONE appunti di psicologia  a cura di Alessandro Schianchi

Problem solving

Il six thinking hats, soluzioni creative ai vecchi problemi

Come superare gli automatismi che si oppongono alla formulazione di soluzioni creative? il metodo dei sei cappelli per pensare rende possibile ipotizzare una grande varietà di soluzioni utilizzando il pensiero laterale per accedere a diversi punti di vista.

DAI FATTI... ALLE OPINIONI spigolature  a cura di Oscar Grazioli

Emergenza sanitaria

Coronavirus, professione e uniformità di comportamenti

DAI FATTI...ALLE OPINIONI quid juris?  a cura di Paola Fossati

Randagismo

Danni causati da randagi: nuovi criteri per le responsabilità della pubblica amministrazione

La richiesta di risarcimento per i danni causati da animali randagi è diventata più complessa da presentare e non è detto che il Comune dove questi sono stati provocati li debba necessariamente risarcire. E' la conseguenza della giurisprudenza più recente in materia.

Abbonati per accedere
• I VIDEO •